Il cappotto: il capo must del periodo invernale

 


La moda detta regole, è vero, ma avete mai avuto a che fare con un legislatore che, improvvisamente, cambia punti di riferimento, ispirazioni, regole assolute?

E così oggi, ad esempio, ci ritroviamo autorizzati a sfoggiare, in occasione di cerimonie, abbigliamenti o tessuti imposti dalla moda di ieri come da lavoro, oppure a vestire pantaloni larghi che fino a poco fa erano out, o ancora… tessuti dimenticati perché totalmente screditati che divengono must di stagione…. Ma in effetti la moda è donna e la donna, si sa, è del tutto imprevedibile….

Prendiamo ad esempio il cappotto, quante evoluzioni ha subito nel tempo e quante ancora è destinato a subirne?

Di origine militare nasce nel ‘700 come capo maschile ma é solo dai primi anni dell’Ottocento che diventa un proprio must poiché viene indossato per la prima volta anche dalle donne, inizialmente mogli di dottori o comunque personalità di spicco.

Dal marsina cappotto ricamato francese, parte del completo maschile a tre pezzi fino ad arrivare al Riding-Coat dell’Inghilterra soprannominato poi in Europa redingote, questi furono i primi cappotti apparsi nel ‘700.

La versione femminile del redingote che si sviluppò durante la Rivoluzione Francese, fu denominato doglietta, un cappotto comodo a vestaglia, incrociato sul davanti, solitamente lungo e realizzato in tessuti quali seta, imbottito di pelliccia o di raso.

Negli anni seguenti poi ci furono altre evoluzioni del cappotto fino ad arrivare ad oggi dove, Max Mara, ha riproposto il Modello 101801 di Max Mara realizzato da Anna Maria Beretta nel 1981.

La storia torna, si ripropone perchè certe linee, certi stili, certi materiali non possono essere dimenticati…

Certi stili rimarranno sempre e comunque contemporanei e verranno indossati dalle generazioni future.

 

THE TEDDY BEAR COAT: L’ICON COAT DEL MOMENTO

 

Ciao My Urban Girl & Urban Boy…

DAL ‘700 FINO AD oggi, il cappotto ne ha fatta di strada, cambiando il suo stile, la sua forma…

Oggi le passerelle lo hanno voluto in stile peluche, Morbido, comodo, caldo e super avvolgente.

Dal Cappotto lungo, extra large e con bottoni centrali a modelli più corti anche in stile bomberino importante é che siano in stile peluche con tessuto in pile o in lana.

La moda così stravagante, così imprevedibile, così affascinate per questo inverno ha sfilato cappotti in stile orsacchiotto, I cosiddetti Teddy Bear Coat.

Questi cappotti sono le icon coats del momento indossato da tutte le star principalmente nel color classico ovvero il cammello ma anche altre tonalità come l’immancabile rosso che quest’anno è il re dei colori, il blue, il verde, il giallo e il sempre elegante nero.

 

LA MIA PROPOSTA

Indosso un cappotto stile militare con cappuccio e bottoni centrali.

Morbido, comodo & alla moda!

 

DALLE CELEBRITÀ ALLA REALTÀ

Di seguito poi vi mostrerò alcuni capi dall’ormai conosciuto e meraviglioso cappotto 101801 di Max Mara fino ad arrivare a soluzioni più economiche perchè è vero che bisogna essere alla moda ma guardando anche al proprio portafogli!

 

Kiss Kiss

JEJE

 

The coat: the must-have of the winter period

 

Fashion dictates rules, it is true, but have you ever had to deal with a legislator who suddenly changes reference points, inspirations, absolute rules?

 

And so today, for example, we find ourselves allowed to show off, on the occasion of ceremonies, clothing or fabrics imposed by the fashion of yesterday as work, or to dress wide trousers that until recently were out, or … forgotten fabrics because totally discredited that become must of the season …. But in fact the fashion is woman and the woman, you know, is completely unpredictable ….

 

Take for example the coat,  how many evolutions he has had over time and how many is still destined to have it?

 

Military origin was born in the ‘700 as a male head but it is only from the early nineteenth century that becomes a must because it is worn for the first time by women, initially wives of doctors or other prominent personalities.

 

From the French embroidered coat, part of the three-piece men’s suit to the England Riding Coat, nicknamed later in Europe by redingotes, these were the first coats appeared in the 18th century.

The female version of the redingote that developed during the French Revolution, was called doglietta, a comfortable coat with robe, crossed on the front, usually long and made of fabrics such as silk, padded with fur or satin. In the following years there were other evolutions of the coat up to today where, Max Mara, has repeated the Model 101801 of Max Mara realized by Anna Maria Beretta in 1981.

The story comes back, again because certain lines, certain styles, certain materials can not be forgotten …

Certain styles will always remain contemporary and will be worn by future generations ..

 

THE TEDDY BEAR COAT: THE ICON COAT OF THE MOMENT

 

Hello My Urban Girl & Urban Boy …

 

Since the ‘700 until today, the coat has made it on the street, changing its style, its shape …

Today the catwalks wanted it in a plush style, soft, comfortable, warm and super enveloping.

From the long coat, extra large and with central buttons to shorter models also in style bomberino important is that they are plush style with fabric in fleece or wool.

The fashion so extravagant, so unpredictable, so charmed for this winter has paraded teddy-style coats, The so-called Teddy Bear Coat.

These coats are the icon coats of the moment worn by all the stars mainly in the classic color that is the camel but also other shades such as the inevitable red that this year is the king of colors, blue, green, yellow and the always elegant black.

 

MY PROPOSAL

I wear a military-style coat with hood and central buttons. Soft, comfortable & stylish!

 

FROM CELEBRITIES TO REALITY

Then I will show you some clothes from the now known and wonderful coat 101801 of Max Mara until you get to cheaper solutions because it is true that you have to be fashionable but also looking at your wallet!

 

Kiss Kiss

JEJE


 

ASOS COAT
HOLLISTER COAT

 

GUESS COAT
H&M COAT

 

pHoTos Taked By Pinterest

 

Share Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on PinterestShare on Tumblr